GeoCities

GeoCitiesQuando ancora non esistevano i social network; quando Netscape era il browser che andava per la maggiore e molti puristi lo snobbavano in favore del più corretto Mosaic; quando il motore di ricerca era sinonimo di Altavista; quando lo spazio mail non veniva regalato a Gigabyte…

Quando tutte queste cose erano la realtà per chi era su Internet c’era un sito che permetteva di creare piccole paginette anche senza avere un client FTP la cui grafica lasciava molto a desiderare, ma erano, dopotutto, delle pagine fatte dagli utenti per cui non pagavano nulla.

Questo sito era GeoCities, forse il primo aggregatore di siti similari grazie al concetto di vicinato, che permetteva di associare tra di loro le pagine che trattavano argomenti simili.

La fama di GeoCities come aggregatore di moda è andata in seguito scemando; l’organizzazione è stata incorporata da Yahoo! ma oramai era un cadavere pieno di file inutili (se non illegali), pagine morte, dati non aggiornati.

Yahoo! ha deciso di radere al suolo queste città fantasma, residuati di una Rete che non esiste più e che non aveva più senso tenere in vita.

6 Replies to “GeoCities”

  1. Facebook comincia ad avere i primi scricchiolii strutturali, non è che tra qualche anno (con “qualche” < 10) potremo dire lo stesso per lui?

Leave a Reply