Frammenti 9/12/2010

Le istruzioni per l’uso negli shampoo.

I dettagli infinitesimi su composizione e contatti del servizio clienti di un detersivo e il perfetto anonimato dei vini italiani venduti due corsie più in là.

Apple dismette la linea server. Lo ha fatto perché un server non lo si può mostrare in giro o perché dopo un po’ i server si sporcano e il grigio polvere non sta bene con il bianco o l’alluminio?

A Santo Stefano saremo tutti più cattivi.

WikiLeaks: la più grande pugnalata alla disgustosa political correcteness globalizzata.

Gli intellettualoidi che parlano di “profumo dei libri” e di “sensazioni tattili”. Faremo libri di pagine bianche pregni di idrocarburi per accontentare la loro dipendenza dal mezzo fisico, indipendentemente dal contenuto. Del resto c’è chi compra i libri solo se il loro colore sta bene con la tappezzeria.

Qualche esegeta di Cupertino che sta per commentare spiegandomi la vera ragione per cui Apple ha tagliato i server.

5 Replies to “Frammenti 9/12/2010”

  1. Qualcuno mi ha chiamato? ^_^
    Apple ha tagliato i server perché se ne vendevano pochissimi. L’ha detto Steve Jobs in una delle sue mail.
    S*

  2. Sheldon: se avessi voluto un server a rack costosissimo basato su *NIX, avrei scelto SUN 🙂

  3. Meno male perchè Apple ha dismesso la linea, se non te ne fossi accorto. 🙂

    (Il Mini in versione server che vende più dei server “ebbasta” creano una ragione più che sufficiente alla loro dismissione)

  4. I server non sono tali perche’ sono veloci nell’interazione con l’utente, anzi quella e’ spesso l’ultima caratteristica utile perche’ quello che conta in un server e’ spesso l’I/O, a meno che non siano dei numer cruncher.

    Di solito la fascia server ha innanzi tutto uno schema di supporto/garanzia differente con canali dedicati perche’ la maggior parte delle volte chi chiama e’ un SysAdmin che non vuole sentirsi dire “ha spento e riacceso?” (anche se ultimamente il supporto HP sta slittando verso questo tipo di first level)

    In seconda istanza, i server sono ingegnerizzati per essere accesi quando si sballano e spenti quando si dismettono.

    Da ultimo, il flusso d’aria dei server a rack deve essere coerente con tutti i dispositivi server da rack con aspirazione frontale e soffio di aria calda posteriore (fanno eccezione gli switch che aspirano e soffiano dove vogliono, ma contano poco nell’economia termica del data centre).

Leave a Reply