Categories
ebook informatica libri

eBook, previsioni e fesserie

La mia posizione sui DRM l’ho più volte detta e ripetuta: sono contrario senza alcun appello. Questa tecnologia di protezione si basa sul fatto che un’operazione matematica sia lunga (mesi, anni) da eseguire se non si conoscono alcuni dati, ma il caso dell’HDCP dovrebbe insegnare qualcosa.

Silvio ha chiarito molto bene quali siano i problemi dei libri protetti da DRM, che i potrebbero riassumere in “non si possono utilizzare come i libri”.

Da noi gli eBook sono più comuni di alcuni Paesi europei, checché ne dicano i soliti mugugnatori che vedono sempre l’Italia dietro tutti gli altri. Come in ogni nuova tecnologia, arrivano prima i piccoli e i pesi massimi seguono con la loro forza, la loro arroganza e anche con la loro stupidità (IOL, VOL… ricordate?).

Categories
informatica internet

DRM: perché non è una buona idea

Secondo ars technica, a il trenta settembre i server DRM di Yahoo! Music verranno spenti per sempre.

La prima reazione di quasi tutti potrebbe essere «ah, perché Yahoo! aveva uno store di musica protetta da DRM?»

Per chiarire l’aspetto tecnico, lo spegnimento del server che valida i diritti digitali non implica che dal primo ottobre chi (chi???) ha acquistato della musica dal negozio online di Yahoo! non ascolterà più il proprio acquisto. L’assenza del server DRM impedirà ai legittimi proprietari di una copia legale di un brano di trasferire legalmente il brano su un’altro dispositivo.

Questo è il vero problema dei contenuti protetti da DRM: se il server che autorizza la vostra copia non è (più) raggiungibile, la vostra copia non può (più) essere utilizzata nei termini degli accordi che chi vi ha concesso il diritto ha garantito.

Ancora una volta, chi ha pagato e ha seguito la giusta strada della legalità si ritrova con meno diritti di fruizione di chi ha seguito la scorciatoia dell’illegalità.