Sulle differenze tra i linguaggi di programmazione

Per varie ragioni (che non includono solamente il masochismo) voglio portare una procedurina di monitoraggio che ho scritto in Perl sotto Linux in ambiente Windows. Volendo usare un linguaggio script nativo in ambiente Windows per evitare di installare programmi di qualsiasi tipo sulla macchina da monitorare, decido di usare la PowerShell.

Chi guida e chi segue

Lo spunto di questo post deriva da una notizia degna di essere segnalata per vari motivi: Microsoft ha annunciato di aver proposto alla comunità Linux l’inserimento del codice di alcuni device diver per migliorare l’integrazione di Linux con Hyper-V, il sistema di virtualizzazione della casa di Redmond. L’aspetto che ha suscitato più clamore è, dal… Continue reading Chi guida e chi segue

Niente sesso: siamo Indiani

Ho sperimentato un curioso comportamento di Bing segnalato da Thomas Hawk (via Slashdot). Per l’esperimento ho utilizzato una macchina virtuale Windows XP USA con Internet Explorer 8 con cui non avevo mai visitato Bing. Per comprendere le modalità del test va segnalato che Bing decide la posizione di un utente in base all’impostazione della lingua… Continue reading Niente sesso: siamo Indiani

Un’inutile testardaggine

Dell ha appena annunciato che il sovrapprezzo per il downgrade da Vista a XP di un PC sale a 150 dollari, il triplo del costo precedente. Ci troviamo in questo periodo davanti ad un caso che forse ha come unico precedente l’infausto MS-DOS 4.0: Microsoft rilascia un sistema operativo nuovo, apparentemente migliore, ma il mercato… Continue reading Un’inutile testardaggine

Meglio presto che tardi

Leggo su Slashdot che Microsoft ha finalmente pubblicato le specifiche dei formati di alcuni file di dati dei suoi applicativi Office pre-2007, Access escluso. È naturalmente un bel passo in avanti e concordo con gli aspetti positivi che ha indicato Paolo nel suo blog. Però quanti anni sono trascorsi da quando Microsoft Office ha scalzato… Continue reading Meglio presto che tardi

Goodbye Bill!

Leggo sulla BBC che venerdì 27 giugno Bill Gates lascerà il ruolo di executive chairman di Microsoft per diventare non-executive chairman. In poche parole, lavorerà per la società che ha fondato nel 1975 solamente un giorno la settimana e non sarà più la persona che prende le decisioni. Non sarò io a dire se Bill… Continue reading Goodbye Bill!

Anch’io! Anch’io!

Non so se sia mai esistito un momento in cui Microsoft abbia fatto qualcosa di veramente innovativo nelle interfacce grafiche, qualcosa che veniva dall’interno dell’azienda e non fosse una risposta a prodotti rivali. Tralasciando i rami secchi dell’evoluzione informatica, presenti in ogni azienda, Windows 2.x era la risposta a GEM della Digital Research. GEM non… Continue reading Anch’io! Anch’io!