Regolamenti…

Contesto: servizio di dettatura telegrammi via telefono.

– Destinatario?

– Carlo e Alice Rossi.

– Mi dispiace non si possono mettere due nomi come destinatario. Il telegramma deve essere personale.

– Famiglia Rossi.

– Sì, Famiglia Rossi si può mettere. Se vuole aggiungo anche Carlo e Alice.

– Grazie.

Non è questa l’Europa che volevo: i prodotti caseari

Sto trascorrendo un weekend in Valtellina e mi capita di parlare con la gente del posto.

Una persona mi racconta che lo scimudin che mangiava da bambina era completamente diverso da quello che si vende adesso. Fino a qualche anno fa, lo scimudin veniva fatto in casa con il latte fresco e ciascuno lo faceva in casa a proprio modo, secondo le tradizioni tramandate dai nonni. Ora lo scimudin è diventato un prodotto industriale, con un gusto uniforme, anonimo e omologato, che ha perso le peculiarità e i sapori di una volta. Chi ha provato a consumare il vero formaggio, quello prodotto con la mungitura del giorno, sa benissimo che il gusto cambia da una forma all’altra perché le bestie in montagna non mangiano sempre lo stesso tipo di erba.

Continue reading “Non è questa l’Europa che volevo: i prodotti caseari”

Annunci desueti

Durante il volo e previa approvazione del personale di volo, possono essere utilizzati […] computer non collegati con stampanti o con lettori di compact disc.

Questo è uno stralcio dell’annuncio che gli assistenti di volo ripetono durante il rullaggio di ogni volo e che quasi nessuno ascolta, almeno sui voli di linea a breve raggio.

Ho un vago ricordo di stampanti a batteria da collegare ai computer portatili o integrate nei portatili stessi (sì, hanno fatto anche quelli). Ogni volta che sento quell’annuncio mi vedo un distinto tizio in giacca e cravatta che estrae dal taschino una stampante laser dipartimentale a colori e una risma di fogli A4 proprio come Larry Laffer riponeva il bicchierone di soda in Larry II. Credo che a bordo l’unica stampante che possano vedere i passeggeri (posto che ne esistano altre) sia quelle dei POS utilizzati dagli stessi assistenti di volo per tentare di vendervi mercanzia a prezzi imbarazzanti, ammesso che lo facciano ancora nei voli internazionali. I POS sono da considerare computer collegati a stampanti? MAH!

Continue reading “Annunci desueti”