Addio Le Scienze e grazie

Le ScienzeHo deciso di congedarmi da Le Scienze perché non riconosco più nella sua forma attuale il mensile che ha contributo, tra gli altri, a formare il mio sapere scientifico; lascerò, infatti, scadere il mio abbonamento senza più rinnovarlo dopo quasi trent’anni che seguo la rivista.

Potrei sembrare un vecchio brontolone non al passo con i tempi moderni e con i nuovi paradigmi della comunicazione, come dicono gli auto-proclamati esperti dei new media, e probabilmente lo sono (io brontolone, non loro esperti).

Quando ho iniziato a leggere Le Scienze durante i primi anni del Liceo Scientifico mi trovavo davanti a contenuti non facili da capire, ma sapevo che la scienza non era facile e richiedeva molto sforzo per essere compresa. In quel periodo c’era Scienza e Vita Nuova, molto più divulgativo, che avevo iniziato a leggere avidamente durante la scuola media. Le Scienze all’inizio è stata una sfida dura, ma con il tempo ho apprezzato gli articoli lunghi e approfonditi, alla fine dei quali si poteva dire di avere un’ottima padronanza della materia.

Continue reading “Addio Le Scienze e grazie”

The Periodic Table of Videos

The Periodic Table of VideosQuesto è un post ad alto livello di geekitudine.

The Periodic Table of Videos è un sito curato dall’Università di Nottingham che sta pubblicando un video per ciascun elemento della tavola periodica. I video sono interessanti e narrati con linguaggio comprensibile (per chi comprende l’inglese, ovviamente), ma senza castronerie scientifiche. Di tanto in tanto ci sono inserti divertenti o spettacolari; chi non vuole far passare tutti gli elementi (male!) e vuole vedere solamente gli esperimenti interessanti può clickare il link Features nella home page del sito. Alcuni di questi esperimenti mi hanno ricordato la rubrica Will it fizz or will it bang? di Brainiac.

The Periodic Table of Videos è un sito in cui un appassionato di scienza come me inizia dall’idrogeno e non smette finché non ha visto tutti i video; sebbene il mio riferimento online per gli elementi chimici rimanga Web Elements, The Periodic Table of Videos ha un alto livello divulgativo e permette di vedere in video alcuni elementi allo stato puro difficilmente reperibili.

Aggiunta. Dopo aver visto tutti i video, devo andare a Ytterby.

Il codice perduto di Archimede

Image of Il codice perduto di ArchimedeHo terminato la lettura de Il codice perduto di Archimede di William Noel e Reviel Netz.

Volume molto interessante sotto vari punti di vista. Il primo e più ovvio è rivivere i momenti della trascrizione di testi di Archimede che si ritenevano perduti. Il lavoro è ancora in corso e può essere seguito consultando il sito del palinsesto di Archimede dal quale è anche possibile scaricare le immagini delle elaborazioni del team di ricerca (è necessario avere una buona connessione ad Internet).

La scoperta dei testi di Archimede rivela che il matematico siracusano (e forse altri suoi colleghi, ma questo non è dato saperlo, per ora) aveva già conoscenze di statistica (cfr. lo Stomachion) e calcolo infinitesimale, molti secoli prima che questi venissero riscoperti dai matematici del XIX secolo e da Newton.

A parte un capitolo dedicato ad alcune dimostrazioni geometriche, il libro è molto discorsivo e con un taglio abbastanza divulgativo.